Giorgio Bisanti

Biografia

Giorgio Bisanti nasce a Roma l’8 febbraio del 1963. Fin da bambino, insieme al papà, frequenta lo Studio di Renato Guttuso.

1981 - Consegue il Diploma di Maturità Artistica presso il II° Liceo Artistico Statale di Roma.

1985 - Consegue con il massimo dei voti il Diploma di Scultura presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma, dove studia con maestri come Emilio Greco e Venanzo Crocetti.

1986 - Frequenta assiduamente lo studio di Renato Guttuso e Pericle Fazzini dove impara a modellare piccole sculture in cera che successivamente fonderà in bronzo. Frequenta la scuola serale S. Giacomo di Roma nel Corso di Intaglio del Legno, mentre il giorno lavora presso una delle migliori fonderie della stessa città.

1987 - Partecipa alla realizzazione delle scenografie di Luciano Damiani per la Cavalleria Rusticana rappresentata al Teatro dell’Opera.di Roma. Esegue il primo di una lunga serie di stemmi araldici per la Polizia di Stato.

1988 - Realizza, per conto della Direzione del I° Reparto Mobile di Roma, un bassorilievo (mt. 3x2) raffigurante le Forze di Polizia impegnate in un soccorso. Nel mese di settembre si classifica secondo al Premio Internazionale “Isole Eolie” per la sezione scultura in legno d’ulivo.

1989 - Partecipa all’“Expò Arte” di Bari segnalato dall’Accademia delle belle Arti di Roma (tra gli ex allievi). Realizza lo stemma araldico della Polizia di Stato per l’istituto per Sovrintendenti e Ispettori di Nettuno e nell’occasione viene premiato dall’allora Capo della Polizia, Prefetto Vincenzo Parisi. Vince l’Eolo d’argento, il I° Premio del Concorso internazionale “Isole Eolie” per la sezione scultura in legno d’ulivo. Nel mese di dicembre partecipa al Concorso internazionale di Scultura intitolato ad Antonio Canova, dove presenta un’opera in marmo e la giuria presieduta dal critico d’Arte Luigi Tallarico gli consegna una targa in argento con una segnalazione particolare così motivata: “Giorgio Bisanti raggiunge l’astrazione purista attraverso la figurazione di un volto di donna esposto nell’atmosfera e da cui rivela la luminosità non conflittuale ma esaltativa di un purismo primitivo ed essenziale”.

1990 - Partecipa alla realizzazione delle rocce in polistirolo disegnate dallo Scenografo Umberto Bertacca per il 40° Festival della Canzone Italiana a San Remo. Partecipa a Messina al Concorso intitolato alla memoria di Giuseppe Mazzullo con una scultura in peperino che viene acquistata dalla Contessa Pugliatti, nobildonna messinese. Realizza lo stemma di specialità del N.o.c.s. (Nucleo Operativo Centrale Sicurezza), della Polizia di Stato.

1991 - Nel mese di aprile espone con il patrocinio della Provincia e del Comune di Roma nelle sale di Palazzo Valentini. E’ la sua prima Personale di rilievo, e riceverà in questo contesto importanti consensi e approvazioni. Nel mese di dicembre, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma, torna ad esporre, sempre a Roma, presso il Centro Culturale “Luigi Sturzo” in Via del Babuino. Per l’inaugurazione viene dato l’annuncio radiofonico al Gazzettino del Lazio. Tra i visitatori, nel periodo espositivo, il regista Pupi Avati.

1992 - Viene segnalato al Premio Adriano Petrocchi per la sua capacità tecnico-artistica. Partecipa a numerose Collettive di Scultura tra Roma e messina. Vince il secondo Premio “Giuseppe Mazzullo” nella sezione terrecotte.

1993 - Esegue, in occasione della Festa della polizia, il nuovo stemma araldico per la Scuola Allievi Agenti di Roma, sede dell’evento.

1994 - Lavora assiduamente e con tenacia alle sue sculture cimentandosi con diversi materiali, tra cui il marmo, il bronzo e il legno. Un anno di riflessione, di costruzione del futuro.

1995 - Espone con la presentazione del Critico d’Arte Guido Giuffrè e il patrocinio della Fiat Auto, presso la Succursale Fiat di Roma in Viale Manzoni, sede di prestigiosi appuntamenti artistici a rilevanza nazionale. Si tratta di una retrospettiva di circa dieci anni che raccoglie cento opere tra sculture in marmo, pietra, peperino, bronzo, cera e legno, nonchè tempere e disegni: il tutto frutto di una straripante passione per l’Arte. Alla mostra intervengono, tra gli altri, il Presidente della Commissione Cultura del Comune di Roma Dario Esposito. Espone tre quadri a tema sportivo come artista rappresentante la Polizia di Stato in occasione della mostra organizzata per i Prima Giochi Mondiali Militari svoltisi a Roma nel mese di settembre.

1996 - Partecipa a numerose Collettive di Pittura e Scultura.

1997 - Vince il primo premio assoluto con una scultura in pietra, a maggio, in occasione della prima edizione della Biennale Internazionale d’Arte contemporanea “Omaggio a Caravaggio”

1998 - Espone a Parigi in una Collettiva a Saint Germain Le’s Corbeil due sculture. Nel mese di dicembre invitato dalla Banca Nazionale del Lavoro espone presso l’Agenzia 11 di Roma a favore di ”Telethon”.

1999 - Nel mese di aprile presentata dai critici Prof. Guido Giuffrè e dal Prof. Luigi Tallarico e promossa dal Presidente del C.I.P.R.A. (Centro Italiano Rassegne d’Arte) Dr. Arch. Aldo Casanova, espone nelle città di Lecce presso la Galleria Maccagnani. Nel mese di maggio espone a Roma presso il Centro Culturale della Banca d’Italia un centinaio di opere tra sculture, quadri e disegni.

2000 - “Artisti in Fiera Arte Europa Parma 2000” è la manifestazione nazionale per gallerie e artisti selezionati presso la quale ha presentato al pubblico le ultime opere eseguite in bronzo. Espone in diverse gallerie italiane.

2001 - Nel mese di maggio viene inaugurata nel comune di Trevignano Romano una scultura di S. Bernardino a grandezza naturale. Realizza in scultura lo stemma araldico del Centro di Neurologia e Psicologia Medica della P.diS..
Nel mese di settembre innaugura presso la Fortezza Sangallo di Nettuno (Roma) una retrospettiva di opere scultoree.

2002 - Il 16 ottobre in occasione del 24° anno di pontificato nell’udienza con il Sommo Pontefice Giovanni Paolo II°, in Piazza San Pietro, dona a nome della Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Roma, un bassorilievo scolpito in pietra raffigurante una crocifissione.

2003 - Scolpisce, commissionato dal Primi Dirigenti del XVIII Corso, un bassorilievo in pietra raffigurante la facciata dell’Istituto Superiore di Polizia. Espone con il patrocinio del Comune di Tivoli (RM) nella chiesa sconsacrata di S. Michele Arcangelo.

2004 - Modella e realizza in bronzo il nuovo stemma araldico per la Scuola di Polizia di Nettuno.

2005 - Espone in aprile, nelle sale di Palazzo Falconieri, sede dell’Accademia di Ungheria in Roma, le ultime opere in pietra.

L'artista con S.E. José Cardinal Saraiva Martins e il Prefetto Achille SerraL'artista mentre saluta il Prefetto Gianni De GennaroL'artista mentre saluta il Prefetto Mosca2006 - Nella chiesa di San Lorenzo in Panisperna viene donato e innaugurato dall'allora Capo della Polizia Prefetto Gianni De Gennaro, il bassorilievo del San Michele Arcangelo. L'opera è stata benedetta da S.E. José Cardinal Saraiva Martins.
Partecipa alla mostra “Sotto l'ala dell'Arcangelo” (Roma Collettiva).

2007 - In occasione del V° convegno "Investigation Day" in quel di l'Aquila nel Palazzo della regione Abruzzo nella sala Michetti innaugura una mostra dal titolo Investigare artisticamente.

2008 - Il 2 febbraio alla presenza del Sig. Capo della Polizia Prefetto Antonio Manganelli e delle massime autorità politiche amministrative della città di Catania viene inaugurato un monumento dedicato all'Ispettore Filippo Raciti. Dell'evento ne è stato dato ampio risalto su tutti i tg nazionali e su tutte le maggiori testate giornalistiche.